Rassegna Stampa

Rassegna Stampa (37)

I problemi respiratori e il mare


Intervista al prof Lino Di Rienzo Businco

| Scarica l'articolo in formato PDF |

Nuove soluzioni microinvasive per i disturbi respiratori


Il professor Lino Di Rienzo Businco illustra le nuove tecniche di chirurgia microinvasiva che risolvono le fastidiose patologie respiratorie spesso sottovalutate, ma che nel tempo possono causare gravi complicanze.

Leggi l'articolo

Respirare meglio si può, otorini da tutto il mondo a confronto sulle nuove tecniche mininvasive


Respirare meglio e migliorare la qualità della propria vita si può, senza dolore e con interventi minivasivi. Ma per raggiungere questo obiettivo vanno applicate tecniche, protocolli e strumenti all'avanguardia. Su questo aspetto si confrontano, oggi e domani, esporti nazionali e internazionali a Roma, presso il Complesso monumentale Santo Spirito in Saxia sotto la direzione del professor Lino Di Rienzo Businco, dirigente di Otorinolaringoiatria dell'ospedale e presidente della Sidero Onlus, la società italiana diffusione endoscopia e ridotta invasività operatoria.

Sport quanto conta un respiro profondo

 

Il Professore Di Rienzo Businco: "Naso chiuso e adenoidi compromettono le prestazioni affaticando il cuore: serve prevenzione"

| Leggi l'articolo |

Sindrome respiratoria, l'informazione può salvare la vita

 

Ostruzione delle vie aeree, russamento notturno, raffreddori e sinusiti sono un campanello di allarme per chi svolge attività sportiva

I disturbi al Benessere Respiratorio nella attività sportiva come nella vita quotidiana, pericolosamente, non appaiono allarmanti né urgenti da risolvere, nonostante l'Organizzazione Mondiale della Sanità affermi da molti anni che hanno già coinvolto più di un terzo dell'umanità con sintomi sempre più severi, in grado di mettere in pericolo la vita determinando pericolosi incidenti e provocando anche infarti e ictus. E non si parla di casi limite, ma di fatti che quotidianamente si ripetono con sempre maggior frequenza.
Quello che non è ancora compreso pienamente dai più è il rapporto causa effetto, ma il fatto è reale e tanto grave da aver determinato una direttiva europea (la n. 2014/85/UE), che dovrà essere recepita da tutti gli Stati membri entro il 31 dicembre 2015. Dal prossimo primo gennaio cambieranno le modalità per il conseguimento della patente.

L'esperto: attenti ai bastoncini auricolari, favoriscono otiti

 

Roma, 17 ago. (askanews) - Spesso i germi presenti nell'acqua di mare o di piscina non perfettamente pulita che determinano infezioni nel nostro sistema uditivo provocano l'otite: a parlare è Lino Di Rienzo Businco dirigente Otorino laringoiatra dell'Ospedale Santo Spirito di Roma,che spiega: "molti ne hanno sofferto talvolta per diverse settimane a causa della non completa guarigione di infezioni del condotto uditivo esterno o della membrana timpanica. È l'Otite esterna, l'evenienza più comune d'estate. La sintomatologia - aggiunge - è più o meno dolorosa e può bastare sfiorare il padiglione auricolare per urlare, ma il perdurare del malessere non è fastidioso quanto l'Ovattamento dell'udito dovuto al gonfiore del condotto uditivo infetto, che è in grado di determinare ostacolo meccanico alla trasmissione dei suoni che impedisce anche la comprensione delle parole. Il tutto è favorito ed aggravato da piccole lesioni da grattamento provocate con "cotton fioc" o con le stesse dita, o da preesistenti stati di dermatite del condotto uditivo, che prolungano la durata dell'otite e del dolore".

Attenti ai bastoncini auricolari favoriscono le Otiti Estive. Soluzioni per chi fa attività subacquea e viaggia in aereo

 

Roma, 16 ago (Prima Pagina News) Spesso i germi presenti nell'acqua di mare o di piscina non perfettamente pulita che determinano infezioni nel nostro sistema uditivo provocano l’otite – a parlare è il Prof. Lino Di Rienzo Businco dirigente Otorino laringoiatra dell’Ospedale Santo Spirito di Roma - molti ne hanno sofferto talvolta per diverse settimane a causa della non completa guarigione di infezioni del condotto uditivo esterno o della membrana timpanica. È l’Otite esterna, l'evenienza più comune d'estate. La sintomatologia – aggiunge - è più o meno dolorosa e può bastare sfiorare il padiglione auricolare per urlare, ma il perdurare del malessere non è fastidioso quanto l’Ovattamento dell'udito dovuto al gonfiore del condotto uditivo infetto, che è in grado di determinare ostacolo meccanico alla trasmissione dei suoni che impedisce anche la comprensione delle parole.
Il tutto è favorito ed aggravato da piccole lesioni da grattamento provocate con "cotton fioc" o con le stesse dita, o da preesistenti stati di dermatite del condotto uditivo, che prolungano la durata dell'otite e del dolore. Funghi nel condotto uditivo.

Occhio ai bastoncini per le orecchie, possono prolungare le otiti

 

In estate spesso i germi presenti nell’acqua di mare o di piscina non perfettamente pulita provocano l’otite esterna. Lo ricorda Lino Di Rienzo Businco, otorinolaringoiatra dell’ospedale Santo Spirito di Roma, che mette in guardia dall’uso troppo aggressivo dei bastoncini auricolari. Questi disturbi, «favoriti e aggravati da piccole lesioni da grattamento provocate dai bastoncini o con le stesse dita», possono durare talvolta per diverse settimane a causa della non completa guarigione di infezioni del condotto uditivo esterno o della membrana timpanica.

Via G.B. De Rossi 15/A – 00161 Roma

Tel/Fax 06 44.23.11.28

Tel. 06 44.20.22.69 (Segreteria Otorinolaringoiatria)