Articoli del Dott. Lino Di Rienzo Businco

Articoli del Dott. Lino Di Rienzo Businco (33)

Hearing Problems: The Longo-Businco Questionnaire for the Full Evaluation of the Auditory and Vestibular Function

Prof.Lino Di Rienzo Businco, Otorinolaringoiatra - Roma
Presidente SIDERO Onlus

Recurrent symptoms such as asking others to repeat themselves, having difficulty hearing certain sounds or background noises, speaking very loudly, stuffy nose sensation as well as the appearance of buzzing or vertigo, if neglected, may undermine the individual's wellbeing and psychophysical performance, but can also create the conditions for the involvement of the ear.
In these cases, it is important to see a specialist as soon as possible to prevent the hearing loss from becoming chronic and thus irreversible. This is even truer for young people and some social categories, whose habits put them more at risk of hearing loss as a consequence of sound overstimulation.

RICONOSCERE E TRATTARE LA FEBBRE RICORRENTE PEDIATRICA PFAPA (FEBBRE PERIODICA con FARINGITE AFTOSA e ADENOPATIA): NUOVE SOLUZIONI A RIDOTTA INVASIVITA'

Prof.Lino Di Rienzo Businco, Otorinolaringoiatra - Roma
Presidente SIDERO Onlus

PFAPA, la Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale, è un'entità patologica sempre più diffusa in età pediatrica ad alto impatto invalidante per i bambini che ne soffrono come anche per la famiglia, che si trova a fronteggiare con armi farmacologiche poco specifiche e poco efficaci, una malattia che guarisce con difficoltà nel suo episodio acuto, per ripresentarsi purtroppo con regolarità dopo pochissime settimane dalla sua remissione. La sua prima manifestazione di esordio si manifesta entro i primi cinque anni del bambino, ed è invariabilmente caratterizzata e riconoscibile per la comparsa di febbre elevata e ad improvvisa insorgenza, della durata di 3-7 giorni.
La PFAPA ha un decorso cronico che può durare alcuni anni, ma bisogna ricordare specie ai genitori che è comunque una condizione benigna con tendenza al miglioramento nel tempo. Essa è stata descritta per la prima volta nel 1987 come sindrome di Marshall, allora definita la più frequente delle febbri periodiche nell'infanzia. La reale causa non è ad oggi conosciuta, ma si pensa possa correlarsi alla riattivazione di una infezione latente da adenovirus associata a un disturbo minore dei meccanismi di controllo dell'infiammazione, dimostrata dal tipico ingrossamento dei linfonodi del collo (che si palpano al tatto come delle piccole nocciole).
Caratteristica principale per riconoscerla sono episodi costanti nel tempo con periodicità e ripetitività regolare, al punto che i genitori stessi del bambino riescono quasi sempre a differenziare gli episodi di PFAPA da altri di cause diverse (tonsilliti batteriche, virus presi alla scuola o al Nido, sindromi influenzali) e spesso riconoscono i sintomi premonitori dell'episodio febbrile già dai primi momenti della sua insorgenza.

JACOBS JOURNAL OF BONE MARROW AND STEM CELL RESEARCH

Dott. Lino Di Rienzo Businco
Direttore Centro di Otorinolaringoiatria, Clinica Santo Volto – Roma
Presidente SIDERO onlus – www.sidero.it

Surgery for turbinate hypertrophy is very common and represents the eighth most frequent procedure employed in the otolaryngological field [1].
Over years numerous surgery techniques for the treatment of inferior turbinate hypertrophy have been proposed, in which the principle problem was to increase the nasal airflow preserving the functions of the mucosal lining, location of important protective activity and of pharmaceutical drug absorption useful in the long term postoperative treatment of submucosal membrane inflammation (turbinectomy, submucosal membrane extraction with or without debrider, cryocoagulation, receptors determines the perception of the passage of air from the nose) [9,10].

NUOVI APPROCCI PER LA DIAGNOSI E TERAPIA DEGLI ACUFENI: RECENTI ACQUISIZIONI

Dott. Lino Di Rienzo Businco
Direttore Centro di Otorinolaringoiatria, Clinica Santo Volto – Roma
Presidente SIDERO onlus – www.sidero.it

L'acufene, sibilo, vero e proprio fischio o ronzio con le sue diverse tonalità, rappresenta uno dei sintomi piu invalidanti conseguente ad uno stato patologico dell'orecchio. Può manifestarsi come un fruscio, una pulsazione, un soffio, localizzato ad uno o entrambi gli orecchi, che si acuisce nel silenzio sino ad interferire con il sonno e con l'umore e quindi con le performance quotidiane e la qualità della vita. Sforzi impulsivi quali quelli che si determinano durante attività fisiche o sportive di potenza sono spesso causa di acufeni transitori o più raramente persistenti. In entrambi i casi, quando questo si verifica, è opportuna una rapida valutazione specialistica ORL al fine di prevenire danni più gravi e duraturi.

TONSILLE E ADENOIDI: MODERNI TRATTAMENTI PERSONALIZZATI SENZA BISTURI

Dott. Lino Di Rienzo Businco
Otorinolaringoiatra – Roma

Con i cambi di stagione si presentano ricorrenti al di gola che diventano spesso delle vere e proprie tonsilliti. Perché questo avviene?
Con le epidemie stagionali di virus respiratori, favorite dalla frequentazione di ambienti chiusi e popolati, o all'aria aperta, ma con sbalzi di temperatura atmosferica, la gola dei soggetti più fragili diventa organo bersaglio di forme infiammatorie. È importante differenziare tali forme infiammatorie (adenoiditi, faringiti, tonsilliti, laringiti, tracheiti), soprattutto in relazione alla scelta terapeutica da effettuare (antibiotici, antinfiammatori, ecc). Si parla spesso di intervento di tonsillectomia.

RUSSAMENTO NOTTURNO E APNEE: NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI MINI-INVASIVI

Prof. Lino Di Rienzo Businco
Dirigente Otorinolaringoiatria, Ospedale S.Spirito ASL-RME

Risolvere il russamento notturno e le sinusiti senza il bisturi
Da alcuni anni ci confrontiamo con una patologia emergente molto frequente quanto sottostimata, che si accompagna al russa mento notturno (roncopatia) con apnee, enominata OSAS (Obstructive Sleep Apnea Syndrome). Tale sindrome, che interessa adulti e bambini, e che può determinare severi danni cardiorespiratori e neurologici, consiste nella presenza di eventi respiratori caratterizzati da cessazione completa (apnea) o riduzione del flusso di aria oronasale con persistenza dei movimenti toraco-addominali.

BALLOON DILATION TUBOPLASTY AND TUBAL OSTIUM SHRINKAGE IN THE TREATMENT OF EUSTACHIAN TUBE DYSFUNCTION

 

Lino Di Rienzo Businco, Salvatore Laurino, Orlando Cipriani, Pierfranco Bucci, Maria Lauriello

 

Purpose: We describe our personal experience from a consecutive series of patients presenting an obstructive dysfunction of the eustachian tube, and treated using a tubo-dilation balloon according to a modified technique described by Sudhoff (shrinking the tubaric opening in the rhino-pharynx by means of Molecular Quantic Resonance-MQR) in order to evaluate its efficacy and safety.

TURBINOPLASTY WITH QUANTIC MOLECULAR RESONANCE IN THE TREATMENT OF PERSISTENT MODERATE-SEVERE ALLERGIC RHINITIS: COMPARATIVE ANALYSIS OF EFFICACY

 

Lino Di Rienzo Businco, M.D., Andrea Di Rienzo Businco, M.D., Luca Ventura, M.D., Salvatore Laurino, M.D., and Maria Lauriello, M.D.

 

ABSTRACT Background: Allergic rhinitis (AR) presents as the main and most invasive symptom in the blocking of the nose. This condition is almost always related to hypertrophy of the inferior turbinates. When the medical treatments are found to be insufficient to solve the obstructive symptom of the patient, the quality of life is considerably impaired and it is often necessary to submit the patient to a surgical approach. In the present study we aimed to establish the efficacy and safety of a new technique recently introduced for the shrinkage of hypertrophic turbinates using a specific device, based on a new radiofrequency energy that does not produce thermal mucosal damage, viz., quantic molecular resonance (QMR) in a group of patients with persistent moderate–severe allergic rhinitis, in addition to standard medical treatment (nasal steroid and oral antihistamine).

Via G.B. De Rossi 15/A – 00161 Roma

Tel/Fax 06 44.23.11.28

Tel. 06 44.20.22.69 (Segreteria Otorinolaringoiatria)